ArteVarese
ArteVarese
01-09-2017

ENRICA VELATI RICORDI ZIO PANDOLFI: “IL MIO ARTISTA DI CASA”

Conosciamo Enrica Velati, nipote dell'artista Alessandro Pandolfi,
attivo durante il ventennio e artefice di molte opere, tutte da riscoprire

 

/ VIDEO


Gallarate:

nn
n
Generoso, premuroso, goloso di dolci, attento alle regole. E' il ritratto di un uomo come tanti, umile e onesto, quello tracciato da Enrica Velati per raccontare Alessandro Pandolfi. Pittore, incisore, ceramista, autore dell'imponente dipinto realizzato nel salone d'onore di Palazzo Minoletti a Gallarate, durante il ventennio. Semplicemente "lo zio Sandro", come lei affettuosamente ancora oggi lo chiama.


Sono tante le opere di Pandolfi che la signora Enrica custodisce gelosamente, dalla copia dell'uovo al tegamino (l'originale è stato donato dalla famiglia Velati al Castello Sforzesco di Milano), a cui l'artista teneva particolarmente poiché - come da lui più volte spiegato - assolutamente realista, al dipinto realizzato per la moglie Lina e a lei donato con una dedica.


Un legame forte quello tra Pandolfi e la famiglia Velati, come dimostrato anche dal dipinto realizzato dall'artista nel salone di Palazzo Minoletti, dove - tra i volti disegnati - spiccano anche quelli dei suoi cari. Dalla amata moglie Lina al piccolo nipote, tenuto ancora in braccio dalla madre.



Debora Banfi



Guarda / VIDEO

MOSTRA COLLETTIVA DEL PREMIO ARTEVARESE
Rubrica d'arte del 09/06/2017
Puntata del 11/05/2017 Speciale Raffaella Columberg
**ARTE PER LA FEDE**
Archivio *NEWS: I LAVATOI AL SACRO MONTE
I GARIBALDINI A ROMA
Archivio
Archivio
Archivio
Per poter vedere il video on-line è necessario scaricare ed installare il plug-in di Flash 9 dal sito della Macromedia.

Scarica ed installa il plug-in Flash Player 9