ArteVarese
ArteVarese
27-07-2017

TAKAYAMA UKON. IL PALADINO DI DIO

"Grazie per questa grande opportunità che date alla città di Varese".
Sono queste le parole con cui il Sindaco Davide Galimberti ha accolto il Maestro Ishita Edward - direttore artistico dell'Associazione Opera di Tokyo - e il suo team nella Sala Matrimoni del Comune di Varese nella mattinata di Mercoledì 26 Luglio. / GALLERY


Varese: Il 2017 è senza dubbio un anno importante per la cultura giapponese:
75 anni fa nascevano - contemporaneamente allo scoppio della guerra nel Pacifico - i rapporti diplomatici tra Giappone e Santa Sede e lo scorso febbraio è stata celebrata a Osaka la cerimonia di beatificazione di Takayama Ukon, guerriero, maestro del tè e Kirishitan giapponese, costretto alla clandestinità per amore di Dio, che morì da esiliato a Manila.

TAKAYAMA UKON - IL RE BEATO - o la spada o l'amore - è il titolo dell'opera (inedita in Italia) composta nel 2003 come simbolo dell'amicizia tra Giappone e Filippine dal Maestro Ishita Edward (di madre filippina) sulla musica del famoso compositore Manuel Maramba, che la compagnia metterà in scena nella splendida e suggestiva (e anche poco conosciuta) Villa Paradeisos.

"Uno spettacolo arrivato per caso... in un giardino poco conosciuto in Italia e molto popolare all'estero (soprattutto in Giappone), luogo ideale per la rappresentazione di quest'Opera dinamica e interessante che incarna a pieno la cultura giapponese" spiega Franco Cremante con la moglie Sumiyo (i proprietari di Villa Paradeisos) "Portavoce di un messaggio culturale molto importante... Il giallo e il bianco (i colori della Santa Sede, ben visibili sul libretto stampato in Giappone dall'Associazione Opera di Tokyo) incarnano il concetto occidentale di pace, armonia fra gli opposti in Oriente... Il messaggio di Ukon è di pace e armonia, di unione tra due culture molto diverse..."

I protagonisti dell'Opera diventeranno - con le loro voci e con i loro sentimenti - portatori di un messaggio di pace nel mondo.
È un'occasione più unica che rara! L'eccezionale tappa varesina anticiperà di pochi giorni l'altra unica esibizione italiana che si terrà il 2 Agosto nella Sala delle Udienze in Vaticano davanti a Papa Francesco.

Non è l'unico grande evento che animerà (nel prossimo futuro) la location di Villa Paradeisos!
I proprietari, in collaborazione con realtà tutte varesine - Openjobmetis di Rosario Rasizza ad esempio - puntano a fare della Villa un ponte concettuale e interculturale, attrattore di imprese provenienti da Asia e Europa, possibili investitori in progetti ed eventi di interesse artistico-culturali.

 



Giulia Lotti



Guarda / GALLERY

MOSTRA COLLETTIVA DEL PREMIO ARTEVARESE
Rubrica d'arte del 09/06/2017
Puntata del 11/05/2017 Speciale Raffaella Columberg
**ARTE PER LA FEDE**
Archivio *NEWS: I LAVATOI AL SACRO MONTE
I GARIBALDINI A ROMA
Archivio
Archivio
Archivio
Per poter vedere il video on-line è necessario scaricare ed installare il plug-in di Flash 9 dal sito della Macromedia.

Scarica ed installa il plug-in Flash Player 9