ArteVarese
ArteVarese
25-04-2017

Agenda artistica

Avete intenzione di dedicare il il ponte del primo maggio all'arte? Oppure volete vedere qualche bella mostra in un giorno feriale, una volta usciti dall'ufficio? In qualunque situazione vi ritroviate, ecco alcune dritte su mostre ed eventi da non perdere.


Lingue, tradizioni, costumi, cultura e storie diverse raccontano il carattere di un popolo. Simili o molto diverse, le etnie che hanno abitato e abitano il mondo, lo rendono tanto vario quanto affascinante. Dalle maschere africane ai leggendari Samurai giapponesi, passando per gli Eschimesi e i Vichinghi, sono tutti portatori di messaggi, forme e colori. La mostra "No Nation" al Temporary Workspace di Novotel Milano Malpensa Airport dal 4 al 21 maggio è un tributo del tutto personale e originale di Vaps, artista e illustratore, al nostro "mondo" di ieri e di oggi con un lavoro inedito, realizzato per l'occasione, che trova il suo spazio ideale proprio in un luogo di passaggio e incontro di visitatori da tutto il mondo. Vaps si è confrontato con la bellezza, la particolarità visiva, le palette di colori e il messaggio che ogni cultura porta con sé in un viaggio attraverso i costumi, le maschere e i miti delle diverse nazionalità globali che si ritrovano in un ipotetico non-luogo, e lo abitano, gli danno un senso e un contenuto. Le tele dipinte ad acrilico, di diverse dimensioni, presentano un elemento, un soggetto e una cultura diverse prediligendo tre colori oltre al nero che è predominante insieme al bianco. Inaugurazione giovedì 4 maggio ore 19.00. Seguirà aperitivo (€ 10.00).


Si apre al Centro Culturale ex SVIT-Lavena Ponte Tresa la mostra "Il figurativo rapportato al nostro tempo", dedicata sapientemente alla vita che ci circonda formata da ritratti, paesaggi nature morte e icone. Gli artisti Marisa Secchi, Giuseppe Antognazza, Marino Paletta, Norberto Anelli hanno in comune una sensibilità nella percezione delle realtà e nella sua rappresentazione che li accumuna. In una sorta di unicum estetico li porta ad esprimersi con efficacia. Nelle opere esposte si rivive questa emozione cob colori e pennellate precise e cariche di armonia. Nelle loro tavolozze si ritrovano i colori della natura. Le icone dense di spiritualità e di rimandi simbolici, aprono una finestra verso una presenza viva che dall'opera guarda lo spettatore. L'artista la ripropone con passione in questa mostra. Dal 28 Aprile al 1 Maggio ore 10-22. Inaugurazione Venerdì 28 Aprile ore 18.


Dal 28 aprile al 2 maggio Villa Pomini apre le porte alla mostra "L'arte a 360 gradi" organizzata dall'associazione Spazio delle Arti. Sono presentate un centinaio di opere realizzare dagli allievi dei corsi di pittura della docente e pittrice Ivana Olimpia Belloni. Già dal titolo della mostra si evince l'ampio spettro di quanto esposto, per quanto riguarda le tematiche e le varietà di tecniche impiegate. Sono presenti figure di donne, ballerine, ritratti ma anche paesaggi marini, montani, cesti di frutta e fasci di fiori. Le tecniche variano, dai disegni realizzati con la fusaggine o con la matita sanguigna alle tecniche più disparate per quanto riguarda la pittura, è contemplata la pittura ad olio, acrilico, acquerello, pastello soffice e quella con le tecniche miste. La mostra è aperta venerdì, sabato e martedì dalle 15 alle 19. Domenica e lunedì 10-12,30 e 15-19.


Venerdì 28 Aprile continua la serie dei concerti che "Musica al Sacro Cuore" organizza in collaborazione con il Comune di Gallarate. Protagonisti dell'evento Alessandro Baldini e Marco Vismara i due secondi classificati ex aequo alla terza edizione del"Concorso Carlo Lorenzo Cazzullo per Giovani Talenti". Musiche di Mozart, Schumann, Chopin, Franck, Rachmaninoff.


Un salto alla Pinacoteca vale sempre la pena farlo, sia perché è uno dei posti più belli di Milano dove è possibile anche restare all'aria aperta e godersi la bellissima sensazione di pace mista a bellezza che regala il cortile d'onore che perché, oltre alle collezioni permanenti, è possibile vedere un altro dei "Dialoghi". Dopo infatti quelli su Raffaello e Perugino, Mantegna, Caravaggio il protagonista del quarto dialogo è infatti Lorenzo Lotto. Fino all'11 giugno, potrete infatti ammirare il dialogo Attorno a Lotto, che mette a confronto dipinti del museo con altri "ospiti". Questa volta una novità: il dialogo ruoterà solo intorno alle opere di Lotto: il Ritratto di Laura da Pola, Ritratto di Febo da Brescia, Ritratto di gentiluomo con i guanti (Liberale da Pinedel) e Ritratto di gentiluomo di Lorenzo Lotto, tra i vertici della produzione dell' artista e tra i massimi raggiungimenti della ritrattistica rinascimentale dialogheranno con l'opera ospite di Lotto Ritratto di gentiluomo di casa Rovero che fa parte di una istituzione sorella di Brera, anch'essa fondata da Napoleone nel 1807: Gallerie dell'Accademia di Venezia. Un confronto che nella Sala XIX, riallestita di recente, punterà sul ritratto anche a paragone con il selfie dei giorni nostri. I ritratti rappresentano le persone, è evidente: ma cosa mostrano davvero? Tante cose, ma dove ci portano? Per scoprirlo, vi consigliamo un salto a Brera.


"Movimenti Invisibili dell'Inconscio" di Alessandro Venturelli, è la quarta esposizione del progetto alla libreria "La Bottega delle Idee", nel centro storico di Castiglione Olona organizzata grazie alla disponibilità della proprietaria Anna Tunesi e la docente di Discipline Plastiche del Liceo Artistico Carlo Dell'Acqua di Legnano, Claudia Canavesi. Questa è un'importante possibilità per le giovani proposte artistiche che avranno l'opportunità di mettersi a contatto con lo spazio espositivo e soprattutto gestire l'allestimento del proprio percorso di opere all'interno delle mura della libreria. La ricerca di Alessandro Venturelli indaga un mondo molto spesso invisibile e inspiegabile. Guarda in particolare all'attività di Pietro Consagra all'interno della corrente dell'astrattismo internazionale e alla matericità formale di Leoncillo Leonardi. Le opere raccontano la personalità dell'artista che si estende al tema generale dell'inconscio umano cercando la sua più idonea rappresentazione. Inaugurazione sabato 29 aprile 2017, ore 17:30.


A trent'anni dalla mostra di pittura "Gli allegri funamboli" organizzata nell'allora "Civica Raccolta di Terraglia", tornano al Museo MIDeC - Museo Internazionale del Design Ceramico Luca Lischetti e le sue opere. Elemento centrale della mostra è la metafora cara a Lischetti, quella del burattino Buz Baz, quella di un genere umano formato da burattini tanto vitali quanto inconsapevolmente privi di autonomia, manovrati dai non sempre invisibili fili e suggestioni della società contemporanea. Si spazia da pitture tridimensionali a grandi sculture in legno e video-installazioni e accanto al movimento domina il colore, ora rosso, ora nero, ora policromo. L'energia e l'esuberanza, contenute nell'impianto scenico di ciascuna delle opere esposte, esplodono tra le austere pareti di Palazzo Perabò, dando vita alla mostra Luca Lischetti Buz Baz il gioco della vita a cura di Stefania Barile. Apertura martedì 10.00 -12.30, da mercoledì a domenica 10.00 - 12.30 e 14.30 -17.30, lunedì chiuso.


La Siberia e i suoi orfanotrofi nelle fotografie di Matteo Spertini, Vincitore del Premio Riccardo Prina 2016, concorso fotografico del Premio Chiara presentazione di Riccardo Blumer Il diario di un anno passato in Buriazia, una repubblica russa incastrata in fondo alla Siberia. Un racconto fatto di fotografie mie e loro, che descrive un tesoro invisibile agli adulti e persino ai servizi segreti, custodito con innocenza tagliente e pericolosa negli orfanotrofi siberiani, dai loro giovani ospiti. Matteo Spertini, fotografo, grafico, autostoppista, aiuto-pastore, nasce nel 1988 sulla riva di un lago molto profondo. Si laurea presso l'Accademia di Belle Arti di Brera, Milano con Erasmus all'Ecole Nationale des Beaux Art et Design de Dijon, France, ha inoltre un master in fotografia documentaria alla John Kaverdash Accademia di Fotografia, Milano. E' autore, insieme all'antropologo Paolo Grassi e al fotografo Christian Parolari, di L'Europa deporta - Richiedenti asilo nella rete del Regolamento di Dublino Ombre Corte, Verona 2016. Matteo racconta storie con fotografie e alcune parole. Schiettezza e intimità sono i tratti principali del suo lavoro. Fino al 1 Maggio.

Ultimi giorni per visitare la mostra "Un secolo di jazz. La creatività estemporanea" allo Spazio Officina di Chiasso. Domenica 30 aprile 2017, infatti, chiuderà l'esposizione che presenta 300 cover dagli anni '40 via, manifesti che per la loro bellezza sono riconosciuti come vere e proprie opere d'arte - fra cui alcuni degli anni '80 del Festival Jazz di Willisau con la grafica dello svizzero Niklaus Troxler - e il primo disco jazz in gommalacca del 1917. In mostra anche splendidi grammofoni della fine dell'Ottocento e dell'inizio del Novecento, fonografi, una fonovaligia Odeon portatile, un registratore a bobine, edizioni e spartiti divenuti celebri, supporti sonori pre-discografici, epistolari, contratti, libri e riviste, spezzoni di film e registrazioni audio, ma anche due clarinetti di Paul "Polo" Barnes, il tamburo di Ray Bauduc della Bob Crosby's Orchestra di Chicago, il banjo di Fabio Turazzi, i piatti della batteria di Shelly Manne e la fisarmonica del mitico Gorni Kramer. Orari venerdì: ore 14.00-18.00; sabato e domenica: ore 10.00-12.00 e 14.00-18.00.


Fino al 14 maggio sarà possibile visitare a Villa Leonardi di Ternate (piazza Libertà 19) la personale di Dietrich Bickler. La mostra si inaugura sabato 29 aprile alle ore 18 ed offre un'ampia ed esaustiva panoramica sull'ultima produzione di questo valido artista tedesco che nella sua pittura figurativa è riuscito a raccontare scene di vita quotidiana immergendole in una piacevole atmosfera sarcastica. Oltre a oggetti comuni come vasi di fiori, bottiglie o sedie, Bickler raffigura nei suoi quadri personaggi in atteggiamenti che potrebbero sembrare sconvenienti, ma che fanno comunque parte dell'ordinario. La mostra sarà visitabile sabato dalle 16 alle 19 e domenica/festivi dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.



La Redazione

MOSTRA COLLETTIVA DEL PREMIO ARTEVARESE
Rubrica d'arte del 19/05/2017
Puntata del 11/05/2017 Speciale Raffaella Columberg
**ARTE PER LA FEDE**
Archivio *NEWS: I LAVATOI AL SACRO MONTE
I GARIBALDINI A ROMA
Archivio
Archivio
Archivio
Per poter vedere il video on-line è necessario scaricare ed installare il plug-in di Flash 9 dal sito della Macromedia.

Scarica ed installa il plug-in Flash Player 9