ArteVarese vi augura il Natale più sereno e felice con una poesia inedita di Guido Oldani, che racconta la Natività attraverso i canoni del Realismo Terminale.
Oltre all’inedito, che potete ascoltare direttamente dalla voce dell’autore nel nostro video, c’è un’altra poesia sul Natale, scritta nel 2015 da Guido Oldani, su cui soffermarsi e riflettere. Vi riproponiamo qui il testo.

Natale (2015)
sotto un cielo che è come di vernice
c’è il più bel bastardino visto al mondo
figlio di dio e d’una ragazzina.
il ventre di maria che fa il bambino
non ha chiesto permesso alla questura,
occupano abusivi quelle mura.
è notte, si riscaldano col freddo
gli angeli allegri fanno un gran baccano,
vengono dalla mensa dei barboni
o dalle celle, stelle di galera.
lui ama tutto ma non vuole nulla
e proprio per amore che è ribelle
ma c’è chi ha in mente gli farò la pelle.

Guido Oldani