ArteVarese
ArteVarese
04-04-2017

Agenda artistica

Non solo design, anche questa settimana ci sono tante mostre da vedere che vi consigliamo se, tra Milano e Varese avete voglia di un'arte un po' diversa.


Weekend tra arte e natura grazie ad una sinergia tra Volarte Italia, l'Amministrazione Comunale e la Pro Loco di Albizzate. Sabato 8 aprile e domenica 9 dalle ore 10 alle 18 sarà in mostra presso l'Oratorio Visconteo una "Deposizione" su legno realizzata da Palma il Giovane, pittore che ha operato in area veneziana e non solo e che, ultimamente, sta conoscendo una tardiva riscoperta da parte della critica di settore. Alla fine del Cinquecento, con la scomparsa dei grandi Maestri, Veronese e Tintoretto, "divenne - come scrive Stefania Mason - il protagonista indiscusso del panorama pittorico veneziano, proponendosi come autorevole depositario di una grande eredità...". Un grande Maestro dell'Arte, dimenticano purtroppo per molto tempo, almeno dal grande pubblico dei non esperti che però potevano ammirare la sua opera, senza saperlo, visitando Venezia (come il Martirio di San Lorenzo presso la Chiesa di San Giacomo dall'Orio o la decorazione dell'Oratorio dei Crociferi), ma non solo. Dopo la mostra di tre opere di Guido Reni a dicembre, questa proposta di Adelio Airaghi e di Volarte Italia porta ancora ad Albizzate un importantissimo appuntamento con l'arte senza dubbio un unicum da non perdere. Anche in questa occasione la vigilanza dei Carabinieri in congedo di Mornago garantirà la sicurezza.

Dall'8 al 30 aprile 2017 l'Associazione Culturale Spazio Arte Carlo Farioli (via S.Pellico 15, Busto A.) ospiterà la mostra "Colori di Guendi" della giovane artista Carlotta Di Stefano, classe 1988, che lavora tra la Svizzera e Venezia. La dimensione magica e poetica delle opere di Carlotta è ottenuta grazie alla tecnica del collage, che padroneggia con estrema bravura, a cui accosta qualsiasi tecnica utile a dare forma al suo mondo sommerso: matite, pennarelli, pittura acrilica, pittura ad olio, smalti, stoffe...senza tuttavia scadere nel kitsch e nel sovrabbondante, ma trovando sempre il perfetto equilibrio tra pieni e vuoti, tra colore e spazio bianco. Con apparente piglio naif Carlotta va in realtà a toccare tematiche importanti legate soprattutto alla sfera dei sentimenti e della psiche umana, come nella serie più recente "Esistenza iperattiva"esposta in mostra. Inaugurazione: sabato 8 aprile, ore 18. Orari: dal giovedì al sabato 16.30-19.00; domenica 10.30-12.00/16.30-19.

Ultimo appuntamento della stagione di Prosa, al Teatro Giuditta Pasta di Saronno, con Stria. Claudia Donadoni, accompagnata dalle musiche originali eseguite dal vivo da Giovanni Bataloni, ci riporta indietro nel tempo, sino ai primi del ‘500, quando la Santa Inquisizione e la caccia alle streghe erano ben presenti nel territorio insubre. Monologhi, dialoghi, canzoni in italiano o in "lingua matris" si alternano, attraverso continui flashback, a riflessioni sul senso dell'esistenza, sull'esperienza spirituale in un difficile contesto storico e religioso. Venerdì 7 aprile ore 21, Sabato 8 aprile ore 21, Domenica 9 aprile ore 15.30.

Negli spazi espositivi di Palazzo Branda Castiglioni è in corso la mostra "WOMEN. Sentimento e Vita" con opere di Pierangela Cattini, Maria Enrica Ciceri, Luca Ferrario, Angela Mariani e curata dal critico d'arte Fabriza Buzio Negri. I quattro artisti, diversissimi tra loro nelle espressioni esecutive, diventano convergenti nella visione di sintesi del titolo della mostra, "WOMEN. Sentimento e Vita", per offrire al pubblico con varie tecniche le energie segrete dei misteriosi riferimenti dell'esistere. Patrocinata dal Comune di Castiglione Olona - Assessorato alla Cultura, la mostra sarà visitabile fino a domenica 9 aprile dal martedì al sabato dalle ore 15 alle ore 18 e la domenica dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e dalle ore 15 alle ore 18 con ingresso libero.

Prosegue il ciclo di conferenze del Museo Archeologico di Angera (Via Marconi 2) dal titolo "Nei panni degli altri". Domenica 9 Aprile alle 17.30 la dott.ssa Elena Poletti, conservatrice del Civico Museo Archeologico di Mergozzo, terrà la conferenza L'APPARTENENZA ETNICA NEI GIOIELLI GALLICI. L'analisi e la ricerca sui corredi gallici mostra infatti che la scelta degli accessori d'abbigliamento era una singolare espressione etnica, attraverso i propri gioielli i diversi gruppi gallici esprimevano e mostravano la propria appartenenza ad un clan piuttosto che ad un altro. Nello stesso tempo, alcuni particolari rivelano una commistione unica di elementi esotici di grande interesse. Insieme alle conferenze, proseguono anche i tanto attesi Laboratori didattici del MABA, il Museo Archeologico dei Bambini - Angera sul tema DA CHI TI TRAVESTI? Pietra, fibra e metallo per un costume Old Ethnic Fashion Domenica 9 Aprile alle ore 15 Atelier Babel - Studio d'artista proporrà ai bambini il laboratorio dal titolo TIMBRO E SIGILLO. Marchiare, segnare, imprimere un segno che narra di sé. L'attività è destinata a tutti i bambini dai 5 ai 12 anni, è gratuita ma è necessario prenotare scrivendo una email a museo@comune.angera.it oppure telefonando a 320 4653416.

Continuano gli appuntamenti del festival Fotografico Europeo, giunto alla sua 6a edizione, ideato e curato dall'Afi-Archivio Fotografico Italiano. Venerdì 7, ore 21,15 a Villa Pomini di Castellanza (Va) Incontro con l’Autore: Alessandro Iovino dialoga con Barbara Silbe, direttore di EyesOpen! Magazine, durante una proiezione commentata dei suoi lavori. Insieme alla photo editor Manuela Cigliutti poi, parleranno della filosofia editoriale della rivista e di come si presentano e selezionano i lavori da pubblicare. Proiezione di alcuni numeri con i progetti già pubblicati.
Domenica 9 aprile ore 16 a Castiglione Olona al Castello di Monteruzzo Inaugurazione della mostra: [u·to·pi:·a] di Carlo Bevilacqua. Ore 18: Museo della Collegiata Proiezioni, presentazione di libri della collana Afi Durante il tragitto a piedi, da uno spazio all’altro, una guida narrerà la storia di Castiglione e del borgo antico.

Si conclude domenica 9 aprile 2017 la 12^ edizione della rassegna teatrale "Pomeriggi Teatrali" presso il Teatro Apollonio-Openjobmetis di Varese, realizzata con la Direzione Artistica di Paolo Franzato. In scena alle ore 16.30 la Compagnia Golden Show di Trieste con lo spettacolo "Ti parlerò d'amor", drammaturgia di Alessandro Gilleri e Gianni Gori, regia di Tommaso Tuzzoli. Lo spettacolo conclude anche il ciclo di rappresentazioni teatrali contro le discriminazioni, le persecuzioni e i razzismi proposto dal direttore artistico Paolo Franzato, che ha raccolto favorevoli consensi e condivisioni dagli attenti e motivati spettatori della rassegna.

Stiamo entrando nel periodo pasquale e per augurare a tutti tanta gioia e serenità, l’orchestra I Piccoli Musici Estensi dell’associazione ImmaginArte svolgerà diversi concerti eseguendo vari repertori. Venerdì 7 aprile ore 15.30 presso il Teatro della Fondazione Molina Onlus di Varese, musiche popolari italiane e inni nazionali come omaggio ai Paesi in cui l’orchestra ha suonato in questi anni (Francia, Canada, Stati Uniti, Inghilterra, Angola e Russia). Sabato 8 aprile ore 21 presso il Teatrino Santuccio di Varese, musiche popolari italiane e inni nazionali come omaggio ai Paesi in cui l’orchestra ha suonato in questi anni (Francia, Canada, Stati Uniti, Inghilterra, Angola e Russia). Domenica 9 aprile ore 16.30 presso la Chiesa San Vittore di Arcisate Meditazione per la Santa Pasqua.

Il Centro d'Arte Malagnini (Via Giuseppe Verdi 20-22 Saronno) ospita la collettiva "Futuro". La mostra si segnala per la novità del Gruppo FU*turista, presente per la prima volta nella galleria sebbene uno dei suoi esponenti - Lele Picà - partecipi da tempo alle collettive allestite dal Centro d'Arte Malagnini. Il Gruppo FU*turista è un movimento nato a Pavia nel 2012, con l'intenzione di svelare gli inganni del passato e del futuro, rivolgendosi prepotentemente al presente. Si definisce una "retro-avanguardia", una "cura antibiotica" per una società ammalata in superficie ma ancora sana in profondità. Il suo scopo è quello di riportare l'arte in mezzo alla gente senza false mediazioni. Il Fu*turismo è culto di ciò che fu, della dimensione nazionale e popolare del nostro "saper fare". È quindi turismo nel passato dell'arte e della cultura, ricerca di uomini e pensieri, al netto di falsi miti e di leggende propugnate dal falso turismo e dal turismo di massa. La mostra potrà essere visitata fino al 16 aprile. Visite da martedì a sabato dalle ore 16.00 alle 19.00, domenica su appuntamento.

A "Giovani talenti alla ribalta" è arrivato il momento del debutto della tredicenne Anna Caterina Binda, pianista di Travedona Monate cresciuta sotto la guida di Paola del Negro all'Accademia Musicale Varesina. Un vero talento, coltivato con passione e dedizione, una lunga serie di primi premi in concorsi nazionali ed internazionali (ultimi in ordine di tempo i primi premi assoluti ai concorsi internazionali "Andrea Baldi" di Bologna e "Giovani Talenti" di S. Bartolomeo al Mare, nel 2016) e soprattutto una musicalità rara e coinvolgente. Sarà quindi l'occasione, sabato 8 aprile a Varese (Auditorium del Civico Liceo Musicale, via Garibaldi 4 - ore 21.00), per ascoltare una delle promesse più interessanti del panorama musicale italiano. In programma ci sono note pagine di Scarlatti, Beethoven, Brahms, Liszt, Debussy e Ravel accanto ad una rarità romantica, il Notturno in Fa maggiore op. 6 n. 2 di Clara Wieck, moglie di Robert Schumann. Biglietti: 8 euro, ridotti a 6 euro.

Domenica 9 aprile, al Maga di Gallarate, sarà la terza edizione dell'Educational Day, appuntamento annuale organizzato da AMACI, l'Associazione dei Musei d'Arte Contemporanea Italiani, e dedicato alle attività per il pubblico. Quest'anno il laboratorio è stato progettato insieme a Matteo Rubbi. L'artista propone il workshop "Le isole fantastiche", in cui bambini e adulti sono chiamati a costruire, negli spazi del museo, isole e arcipelaghi con la plastilina colorata, su istruzioni molto speciali messe a disposizione del pubblico. Laboratorio gratuito su prenotazione: 0331 706011-51-52; didattica@museomaga.it


Nell'ambito della mostra in corso allo Spazio Officina di Chiasso dedicata a "Un secolo di jazz. La creatività estemporanea", martedì 11 aprile 2017 alle ore 20.30 viene promossa una conferenza pubblica rivolta a tutti gli interessati tenuta da Luca Cerchiari - direttore e docente di discipline musicologiche del Master in "Editoria e produzione musicale" dell'Università IULM di Milano, e co-curatore della mostra - dal titolo "L'invenzione del vinile e la musica jazz: la creatività estemporanea". Sarà presente anche Paolo Pasi, giornalista e scrittore, che racconterà la storia del suo romanzo "L'era di Cupidix" (Edizioni Spartaco) in cui è presente tanta seducente musica jazz. Al termine della conferenza è possibile visitare insieme e "in notturna" la mostra a Spazio Officina fino alle ore 22.30.

"Pomeriggi musicali a Villa Mirabello" è un'iniziativa lanciata dal Comune di Varese, Varesevive e dalla Fondazione comunitaria del varesotto Onlus che vedrà alternarsi per alcuni venerdì pomeriggio la musica risorgimentale nel Salone Ottagonale di Villa Mirabello. Appuntamento venerdì 7 Aprile 2017 alle ore 17.30 nel "salotto di Cristina Trivulzio principessa di Belgioioso".
Con: Antonio Puglia, clarinetto; Mariano Meloni, pianoforte; Beatrice Binda, soprano.


In occasione della Santa Pasqua, le realtà museali del Sacro Monte di Varese modificheranno giorni e orari di apertura. Il Museo Baroffio e del Santuario, la Cripta, la Casa Museo Pogliaghi e il Centro Espositivo Mons. P. Macchi alla prima cappella osserveranno pertanto i seguenti giorni di chiusura: dal pomeriggio di giovedì santo (13 aprile) alla mattina (inclusa) di Pasqua (domenica 16 aprile). L'unica eccezione sarà il Centro Espositivo Macchi, che rimarrà chiuso anche per l'intera giornata di Pasqua. Tutti i beni riapriranno al pubblico dalle ore 14 di domenica 16 aprile.  Per il Lunedì dell'Angelo (17 aprile) tutte le realtà museali resteranno aperte secondo i propri consueti orari: dalle 10 alle 18 Museo Baroffio e del Santuario, Cripta e Casa Museo Pogliaghi; dalle 9 alle 16 Centro Espositivo Mons. Pasquale P. Macchi alla prima cappella.


La Fondazione Molina, come ogni anno, si è preparata alla Pasqua attraverso un itinerario che ha coinvolto ospiti, personale e famigliari. Il progetto ha puntato l'attenzione sul percorso devozionale della Via Crucis con le "stazioni" che rappresentano i momenti salienti della Passione di Gesù. Dal punto di vista artistico, molto interesse è stato mostrato nei secoli verso l'analisi, la conservazione e il restauro delle immagini iconografiche. Da un punto di vista religioso, la Via Crucis è sì il cammino della sofferenza, ma allo stesso tempo lo sguardo si rivolge alla gioia della Risurrezione. Il messaggio che è stato lanciato, soprattutto da una realtà particolare come la Fondazione Molina, è quello di comprendere una grande verità: la vita è fatta di gioie e di dolori, ma nella morte in croce dell'unico Innocente si spalanca un orizzonte carico di speranza per tutti.  È l'esperienza della Redenzione: Cristo diventa una strada piena di speranza affidabile. La proposta dello Staff animazione ad ogni nucleo è stata quella di soffermarsi su una stazione della Via Crucis e rappresentarla in modo artistico secondo una interpretazione fatta dagli ospiti aiutati dall'animatore di nucleo. Ne è scaturita la mostra dal titolo La "nostra" Via Crucis che sarà inaugurata martedì 11 aprile alle ore 10.30 nella zona teatro e sarà visitabile fino a domenica 23 aprile in modo tale che tutti possano soffermarsi sul messaggio che i nostri ospiti desiderano proporre e provocare.



La Redazione

MOSTRA COLLETTIVA DEL PREMIO ARTEVARESE
Rubrica d'arte del 19/05/2017
Puntata del 11/05/2017 Speciale Raffaella Columberg
**ARTE PER LA FEDE**
Archivio *NEWS: I LAVATOI AL SACRO MONTE
I GARIBALDINI A ROMA
Archivio
Archivio
Archivio
Per poter vedere il video on-line è necessario scaricare ed installare il plug-in di Flash 9 dal sito della Macromedia.

Scarica ed installa il plug-in Flash Player 9