ArteVarese
ArteVarese
14-03-2017

#Community a Varese

Nell'ambito del Festival Fotografico Europeo 2017, gli scatti di Stefano Lanzardo e Simone Conti propongono un viaggio visivo nella nostra epoca.


Due autori, attivi tra Liguria e Toscana, espongono le loro migliori opere, realizzate concentrandosi su un tema contemporaneo: il concetto di Comunità.

Si intitola infatti "#Community a Varese", la mostra che sarà inaugurata allo Spazio Lavit (Via Uberti 42), venerdì 17 marzo alle 19, e che vede protagonisti Stefano Lanzardo, a lungo fotografo itinerante di teatro con all'attivo molteplici esperienze creative artistiche e collaborazioni internazionali, e Simone Conti, un giovane fotografo autodidatta che opera tra la Toscana e la Liguria.

La mostra rientra nel programma del Festival Fotografico Europeo 2017 ed è realizzata in collaborazione con AFI, FIF e Associazione Culturale Parentesi.

Due degli artisti protagonisti di #community si confrontano allo Spazio Lavit di Varese per sviluppare - attraverso linguaggi e percorsi differenti - le loro visioni contemporanee. Filo rosso della mostra è la "Comunità" che «è una parola in crisi di identità».

Comunità sempre più social, come spiega Andrea Zanetti: «Da un lato le relazioni che si animano nelle community dei social network e che facilitano la parola non mediata dal corpo, che agevolano le prese di posizioni più radicali o i moti di romanticismo dall'empatia di plastica; dall'altro il progressivo isolarsi delle persone, costrette a passare dalla spinta competitiva dell'individualismo rampante alla decadenza della solitudine».

Una rete destinata a raccogliere sempre più contatti virtuali: «Migliaia di contatti singoli che nel magma delle rete diventano comunità di pensieri, necessità di riconoscersi sotto qualche bandiera, semplice voglia di appartenere ad un gruppo, con la leggerezza di poter parlare, prima ancora che confrontarsi. Migliaia di contatti singoli che diventano corpo unico, per trasformarsi, subito dopo, in un altro corpo, con la stessa presunta forza».

Uno spazio è ancora rimasto per le comunità reali: «Le comunità reali; quelle di chi sconnesso dalla rete, prova ad occupare ancora le piazze e le strade di qualche quartiere, senza percepirne più il profumo di storia o semplicemente il senso di appartenenza. Spazi urbani che ospitano identità silenziose; luoghi che hanno perso la funzione di raccogliere le voci, i pensieri, il gusto e la fatica del confronto. Identità, quindi, che cercano un rifugio e che, a volte, lo trovano nei processi fluttuanti della rete. Da queste considerazioni è partita la riflessione della mostra #community che nel corso dell'ultimo anno è stata ospitata in diverse città toscane e non».

La dimostrazione - conclude Andrea Zanetti - che anche nelle comunità artistiche le differenze possono diventare un valore e possono aiutarci a cogliere le diverse sensibilità espressive con occhi che guardano alla visione generale.

La mostra è visitabile (a ingresso libero) dal 17 marzo al 1 aprile. Orario: dal martedi al sabato dalle 17 alle 19.30 0332/312801 - 3357119659 www.spaziolavit.com info@spaziolavit.com comunicazione@spaziolavit.com.



La Redazione

MOSTRA COLLETTIVA DEL PREMIO ARTEVARESE
Rubrica d'arte del 19/05/2017
Puntata del 11/05/2017 Speciale Raffaella Columberg
**ARTE PER LA FEDE**
Archivio *NEWS: I LAVATOI AL SACRO MONTE
I GARIBALDINI A ROMA
Archivio
Archivio
Archivio
Per poter vedere il video on-line è necessario scaricare ed installare il plug-in di Flash 9 dal sito della Macromedia.

Scarica ed installa il plug-in Flash Player 9