ArteVarese
ArteVarese
12-03-2017

Urban Scape, la città della momoria

Composta da oltre 80 elementi modulari di argilla, il progetto nasce per non dimenticare guerre, eccidi, violenze anche ideologiche perpetrate dall'uomo nel corso dei secoli.


Trae ispirazione da "Le città invisibili" di Calvino, l'impianto espositivo ideato da Youngju Oh, attraverso una istallazione composta da materiale edile a occupare, quasi per intero la superficie dello Spazio Cesare da Sesto.

Composta da oltre 80 elementi modulari di argilla (20x40x10) "Urban Scape" nasce dalla profonda convinzione dell'artista, di operare con ogni mezzo affinché guerre, eccidi, violenze anche ideologiche perpetrate dall'uomo nel corso dei secoli, strutturino il necessario strato di memoria civile in modo che tutto questo non si ripeta.

Nata a Gwangju, in Corea del Sud, Youngju Oh, ha conseguito nel suo paese la laurea in Architettura Paesaggistica, per poi specializzarsi in Industrial Design all'SPD di Milano, ottenendo il Master di Design & Menagement al Politecnico della stessa città.
A partire dal 2002, da vita nel proprio studio in Milano a progetti di ristrutturazione di edifici storici e industriali, affiancando ad essi progetti di industrial design nel campo dell'arredamento di illuminazione.

Il senso profondo conferito da Youngju alla sua opera fonda sull'idea che ogni singolo elemento, pur vivendo la propria singolarità, se unito ad altri può dare vita a collettività dove il valore comune è la consolidazione storica della memoria, costruendo in tal modo, un baluardo democratico quale diga in opposizione a tensioni autoritarie e dittatoriali.

Il contesto della mostra prevede una proiezione continua di documenti filmati dove si susseguono scene di guerre, massacri, eccidi, il cui intento è, se pur nella durezza delle immagini,quello di non negare quanto è accaduto affinché se ne prenda atto e non si perpetuino gli stessi errori.

Gli abituali frequentatori della Pinacoteca di Villa Soranzo a Varallo Pombia si ricorderanno, dell'artista coreana, "Brezza. Le stagioni", istallazione dove elementi naturali quali foglie, terriccio, muschio dialogavano con forme simili riprodotte in raffinata ceramica.

Youngju Oh - "Urban Scape"
Sesto Calende - Spazio Cesare da Sesto, P.zza Mazzini
Fino al 19 marzo
Orari: sabato-domenica 10,30-12,30/17-19



Mauro Bianchini

MOSTRA COLLETTIVA DEL PREMIO ARTEVARESE
Rubrica d'arte del 09/06/2017
Puntata del 11/05/2017 Speciale Raffaella Columberg
**ARTE PER LA FEDE**
Archivio *NEWS: I LAVATOI AL SACRO MONTE
I GARIBALDINI A ROMA
Archivio
Archivio
Archivio
Per poter vedere il video on-line è necessario scaricare ed installare il plug-in di Flash 9 dal sito della Macromedia.

Scarica ed installa il plug-in Flash Player 9