ArteVarese
ArteVarese
28-02-2017

Agenda artistica

Il sole fa sempre più capolino, comincia a fare più caldo, inizia Museocity e c'è anche la Domenica al Museo con gli ingressi gratis. Che dite: marzo inizia proprio bene, vero?


Sarà inaugurata dal prevosto di Varese, domenica 5 marzo alle 11, nel Battistero di san Giovanni Battista, la mostra "Il campanile sopra Varese". L'apertura del percorso coincide con il compleanno del monumento, che il 5 marzo compirà 400 anni. L'obiettivo dei curatori - Giorgio Vassalli, Giovanni Meschini e Alberto Bianchi - è quello di mettere in evidenza la situazione attuale del campanile - alla luce degli studi commissionati nei mesi scorsi - e le linee guida dei lavori che saranno svolti. La mostra è costituita da 12 i pannelli descrittivi e fotografici che consentono una facile visione dello stato di avanzamento delle indagini, iniziate nel 2009, relative allo stato di degrado della torre campanaria. Sarà un piccolo viaggio dentro e fuori il campanile compiuto grazie alle riprese esterne e interne realizzate la scorsa estate, in occasione degli studi che hanno evidenziato la necessità di alcune opere di consolidamento e restauro, riguardanti la struttura esterna del monumento, vittima degli anni e dell'inquinamento atmosferico. Sarà anche l'occasione di vedere per la prima volta la riproduzione del disegno del campanile, di norma conservato nell'archivio prepositurale della Basilica di san Vittore, realizzato dall'architetto Giuseppe Bernascone detto "il Mancino" e una copia del disegno originale dell'architetto Bruno Ravasi - gentilmente concessa dal figlio Giovanni - eseguita nel 1928. Fino a domenica 2 aprile, orari: dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18 da lunedì al sabato; domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 18.30.


Nei tre mesi e oltre di permanenza al Museo, la mostra «La bambinaia di Rita Hayworth» ha ottenuto un sorprendente interesse da parte di un pubblico numeroso, eterogeneo, composto da bambini e giovani, anziani, appassionati di fotografia, persone interessate al tema della «quarta età». Domenica 5 marzo 2017, ore 15.30 La mostra fotografica di Katja Snozzi si chiude con una visita guidata d'eccezione. Lo scrittore Iso Camartin, già autore di un testo del volume «Anime centenni», accompagna il pubblico attraverso le opere e i temi dell'esposizione. Per chiudere con un'atmosfera di festa, ci saranno le note della chitarra di Claudio Farinone. Entrata gratuita.


Si intitola "Dialoghi d'arte, giochi di rimando tra Ottocento e Novecento", la nuova mostra proposta dalla Galleria Arteidea di Varese. I visitatori verranno guidati alla scoperta delle varie evoluzioni pittoriche che hanno contraddistinto il XIX e XX Secolo. Le opere, con lo stesso soggetto, dialogheranno tra di loro in continua mutazione, sia tecnica che di pensiero. Legati alle varie scuole ottocentesche e ai movimenti artistici del Novecento Italiano, i dipinti, messi a confronto, costituiranno, momento per momento, un discorso in cui ritrovare rimandi e affinità in situazioni analoghe. Una collettiva varia, in grado di rinnovare ancora una volta quel forte legame tra la pittura di ottocento e novecento, il cui contributo, ci auguriamo possa servire appieno a nutrire lo spirito del visitatore. Inaugurazione Sabato 4 marzo dalle ore 11.  Sabato 25 marzo alle ore 17 nella Sala dell'Affresco il giornalista Mario Chiodetti intervisterà Angela Madesani autrice del libro "Le intelligenze dell'arte" (Nomos edizioni).


Sabato 4 marzo 2017 alle ore 16 presso il Centro Espositivo Mons. Pasquale Macchi al Sacro Monte di Varese sarà inaugurata la mostra "Segni del Sacro: Sante Martiri - Donne forti di ogni tempo", opera della giovane artista Francesca Vitali Boldini e organizzata dalla Fondazione Paolo VI per il Sacro Monte di Varese e dalla società Archeologistics. In tale occasione la mostra verrà presentata dall'artista in persona e dal prof. Renato Galbusera, maestro nonché amico della stessa. Nelle opere in mostra emerge chiaro come la rivisitazione artistica dell'autrice ambisca a mettere in relazione le "martiri medievali", torturate e infine uccise per l'affermazione dei propri ideali, e le vittime di "violenza di genere" e di delitti di femminicidio, così attuali e ricorrenti nella nostra società. Le opere saranno visitabili fino a domenica 7 maggio 2017, tutti i sabati e tutte le domeniche dalle 9 alle 16 a ingresso libero.


SHOWCASES GALLERY (Via San Martino, 11 Varese) ospita Ruggero Maggi, artista poliedrico che dagli anni '70, utilizzando materiali eterogenei, si è occupato prima di "Poesia Visiva", "Mail Art", di "Copy Art" e successivamente di "Laser Art". Ha ravvivato in continuazione la sua poetica espressiva attraverso una dinamica e fertile sperimentazione e da figura cosmopolita, ha saputo proporre un ironico stravolgimento della realtà emozionante e poetica. Nei suoi quadri riproduce con maniacale precisione, non l'oggetto fine a sé stesso, ma la sua immagine e in un universo quasi reale e palpabile, inserisce l'elemento "diatonico" e "significante", permeato da uno sguardo ironico e distaccato. Nelle sue composizioni organizzate, in cui i ritmi sono lineari, il colore viene quasi annullato e gli spazi incongrui in cui sono inserite "le immagini del reale" sono evocativi della profondità dell'inconscio e dello sguardo dell'artista, che contempla le angosce del nostro tempo con un'accorata comprensione. Fino al 17 marzo, 9 - 12.30 / 14.30 - 18.30, Sabato e Domenica su appuntamento.


Dopo la chiusura invernale, l'Atelier Capricorno (Via Fiume, 6 - Cocquio Trevisago) riprende l'attività espositiva sabato 4 marzo alle 16.30 con l'Assemblea annuale dei soci e alle 17.30 inaugurazione dell'interessante mostra di Amleto Emery, presenta Ettore Ceriani, che scrive: "La mostra presenta l’evoluzione della tematica sulla città che è stata (con quella sulla figura umana) un importante filo conduttore dell’intenso lavoro creativo dell’artista. Emery ha sempre pensato alla città come insieme di persone e non come connessione di muri. Rimane affascinato dalle strutture razionali e pulite dei nuovi palazzi, dai vetri che riflettono l’esterno con ibridazioni cangianti e, soprattutto, dalla loro vitalità interna, poiché, come in un piccolo borgo, ci vivono e lavorano tante persone. Facendo ricorso al suo fervido immaginario, Emery dà vita ad una serie di opere di registro astratto geometrico la cui trama risponde ad un terso sentimento poetico". La mostra rimarrà aperta dal 4 al 19 marzo nei giorni di venerdì sabato domenica e lunedì dalle 15 alle 18.30.


Siamo lieti di inviarvi programmi completi delle prime visite guidate del mese di Marzo con le guide abilitate di ESCI&CONOSCI. La prima tappa del calendario sarà domenica 12 Marzo 2017 a Casteleprio, ore 16.00-18.00, per raccontare delle novità in ambito archeologico di questo specialissimo Bene UNESCO! Prosegue poi a MIlano Sabato 18 Marzo 2017, ore 15.00-16.00, con il ciclo dedicato a una grande dell'arte del Rinascimento, Bernardino Luini, noto ai più per essere stato allievo di Leonardo da Vinci. Mentre per la festa del papà, domenica 19 marzo, ore 14.30-17, un mini-trekking verso la chiesa di San Giuseppe a Cassano Valcuvia (VA) e la celeberrima Linea Cadorna. Un'uscita per tutta la famiglia, che è anche "dog friendly". Prenotazioni obblicatorie: theitalianlakesguides@gmail.com; 3451331019.


Un viaggio fra il medioevo e la controriforma attraverso la "lettura" dei preziosi affreschi raffiguranti soggetti rari, tra cui 21 differenti Santi e 33 raffigurazioni della Vergine Maria che fanno della chiesa di S. Maria della Neve di Cislago (via Cascina S. Maria), un "unicum" in tutta la provincia di Varese. Citata a partire dal 1256 come chiesa devozionale divenne poi sede di una confraternita o schola legata all'ordine degli Umiliati. Tra il '400 e il '500 fu interessata da un intervento di ampliamento di tutta l'aula che venne ridipinta nel 1525 per mano di Giangiacomo Lampugnani con affreschi devozionali raffiguranti la Madonna come protettrice della maternità (ben 4 Madonne del Latte, Madonna della Misericordia, Madonna della Tenerezza); i santi galattofori e i santi ausiliatori delle pestilenze. Il recente restauro interno ed esterno ha riportato la chiesetta al suo antico splendore. Visite guidate a cura della Proloco di Cislago: Domenica 05 marzo alle 15.30 e alle 17.


La mostra "Pinocchio" di Ettore Antonini al Chiostro di Voltorre è stata prorogata di altri due fine-settimana: sarà aperta anche sabato 4 e domenica 5 marzo e sabato 11 e domenica 12 marzo, con orario continuato 10-18. Nelle sei settimane di apertura dal 21 gennaio scorso, sono stati oltre 1500 i visitatori della mostra che hanno potuto apprezzare più di cento opere tra xilografie, acqueforti, terracotte e acrilici che l'artista venegonese ha dedicato alla fiaba più amata. Un pubblico costituito anche da molti giovani e bambini, che hanno proseguito la visita partecipando ai laboratori di ReMida. Il progetto è stato realizzato da Altrementi con Beautiful Varese International Association (ideazione ed organizzazione evento: Carla Tocchetti) in collaborazione con la Provincia di Varese.


I musei come luoghi vivi, piazze dove incontrarsi, sale non da visitare ma da frequentare, più volte, magari per scovare tesori nascosti. Proprio come quelli che promette Museocity: un fine settimana lungo, dal 3 al 5 marzo, in cui come in un fil rouge si legheranno i musei di Milano, della grande Milano, visto che tutto è stato pensato in ottica metropolitana. A pensarla e realizzarla, in collaborazione con diversi partner, il Comune di Milano e Museo City, l'associazione senza scopo di lucro nata nei mesi scorsi con l'obiettivo di diffondere la conoscenza del grande patrimonio culturale di Milano. L'occasione già frequentatissima della Domenica al museo (domenica 5 marzo sarà possibile entrare gratis in alcuni musei e aree archeologiche) si allungherà al venerdì e al sabato, con aperture straordinarie, mostre, laboratori per bambini, iniziative speciali. A unire il tutto, un programma e una mappa: sono infatti 70 i musei che parteciperanno in vario modo alla maratona d'arte e cultura. Tra di loro le grandi icone milanesi, ma anche le case-museo, gli atelier d'artista, i musei sportivi e quelli di impresa. Non tutti gli ingressi saranno gratuiti: c'è chi ha deciso di non far staccare il biglietto, chi ne proporrà uno ridotto, chi manterrà la tariffa consueta. Ma offriranno al loro interno visite guidate, attività e tesori svelati. Per la mappa delle iniziative: www.museocitymilano.it .



La Redazione

LA MOSTRA DEL VINCITORE
Rubrica d'arte del 31/03/2017
Puntata del 09/03/2017 Speciale Isabella Rigamonti
**ARTE PER LA FEDE**
Archivio *NEWS: I LAVATOI AL SACRO MONTE
I GARIBALDINI A ROMA
Archivio
Archivio
Archivio
Per poter vedere il video on-line è necessario scaricare ed installare il plug-in di Flash 9 dal sito della Macromedia.

Scarica ed installa il plug-in Flash Player 9